Bologna 38°

gif;base64,R0lGODlhAQABAAAAACH5BAEKAAEALAAAAAABAAEAAAICTAEAOw== Bologna 38°

BOLOGNA 38°

 

Passi pieni di sassi

calpestati mille volte

portici sempre gli stessi

con emozioni distorte

ogni colonna nasconde

graffi con le mie unghie

baci rubati di notte

urli diretti alle stelle.

 

Dentro queste mura

a porte aperte

c’è solo una cura

fatta di scelte

prendi il tuo bicchiere

e guardami adesso

tu dimmi se stai bene

ora tutto è concesso.
Devo proprio studiare

nella mia stanza grigia

devo dare un esame

sotto la pioggia liscia

non temo di cadere

non sento più quel dolore

forse ora è piacere

anche più del buon bere

 

Dentro queste mura

a porte aperte

c’è solo una cura

fatta di scelte

prendi il tuo bicchiere

e guardami adesso

tu dimmi se stai bene

ora tutto è concesso.

 

La città della libertà

allora lasciati andare

ho lezione in facoltà

ti prego lasciami andare

storie e vite clandestine

nell’eterno ritorno

cancellate le mattine

con l’arrivo del giorno.

 

Dentro queste mura

a porte aperte

c’è solo una cura

fatta di scelte

prendi il tuo bicchiere

e guardami adesso

tu dimmi se stai bene

ora tutto è concesso.

 

SALVO DELL’AIRA

Rispondi

error: ALL RIGHTS RESERVED